eccellenze toscane

Il Tartufo di San Miniato arriva in Europa

Il tartufo è un diamante della tavola e devo ringraziare i parlamentari europei che ci hanno permesso di venire qui e far conoscere a 360 gradi il nostro territorio"

San Miniato (Pisa). San Miniato ed il suo famoso tartufo sono approdati al parlamento Europeo.
Nei giorni scorsi il sindaco di San Miniato, Vittorio Gabbanini, è stato a Bruxelles per partecipare a un evento di presentazione della 47ma Mostra mercato nazionale del tartufo bianco, che animerà gli ultimi tre weekend di novembre del comune toscano.

"È la prima volta da quando sono sindaco che veniamo al Parlamento europeo per rappresentare un territorio che è un'eccellenza, non solo della Toscana" e che "vale la pena di conoscere, visitare e, in questo caso, degustare".

Così il "Il tartufo è un diamante della tavola e devo ringraziare i parlamentari europei che ci hanno permesso di venire qui e far conoscere davvero a 360 gradi il nostro territorio", commenta il sindaco, perché "non so se tutti lo sanno, ma a San Miniato vengono ad acquistare il pellame le più grandi griffe mondiali", e "se continuiamo ad avere il tartufo è perché queste concerie hanno fatto un ottimo lavoro dal punto di vista ambientale".

"Due sono le questioni interessanti da sottolineare", specifica l'europarlamentare Pd Brando Benifei, promotore dell'iniziativa: "il fatto che l'eccellenza italiana che presentiamo oggi è una di quelle che sono fonte di lavoro e sviluppo per i nostri territori" e che quindi "va valorizzata"; e poi "che la Brexit porterà fuori un paese che ha sempre frenato sul tema del riconoscimento delle denominazioni d'origine", "l'agroalimentare italiano può quindi avere delle opportunità, ma bisogna raccoglierle e fare squadra" in questo senso.

All'evento al Parlamento europeo ha partecipato anche il presidente del Consiglio toscano Eugenio Giani, che nel pomeriggio ha visitato anche gli uffici della Regione Toscana a Bruxelles.
"È occasione importante e punto di partenza per lavorare a stretto contatto con il pool di funzionari e dirigenti" che guidano la rappresentanza toscana in Ue, spiega Giani, e l'incontro "si è rivelato molto proficuo, per poter rispondere al meglio alle esigenze del territorio, in una partnership capace di poter attivare progetti importanti".