maremma

Pitigliano, la magia di un luogo geo magnetico

Nell'aria dei ricordi etruschi e delle Vie Cave, che ancora sono traccia visibile di un mistero geologico magnetico perso alla memoria dei più

Pitigliano (Grosseto). Nella magica terra di Toscana ci sono dei luoghi perduti in un altro tempo, come Pitigliano, arroccato fortemente alle sue rocce maremmane.
Nell'aria dei ricordi etruschi e delle Vie Cave, che ancora sono traccia visibile di un mistero geologico magnetico perso alla memoria dei più, Pitigliano rimane impresso nella mente e quando appare alla vista, tutto il contesto diventa incantato, quasi magico.

Così è raccontata Pitigliano.

L'origine di Pitigliano risente di questa magia e si perde nella notte dei tempi, la leggenda vuole che fu fondata da due giovani Petilio e Celiano.

Petilio era della gens Petilia, una importante famiglia etrusco romana, mentre Celiano appartiena alla famiglia etrusca dei Celes Vibenna.

Petilio e Celiano non trovarono nulla di meglio che rubare la corona d'oro dal tempio di Giove Stator a Roma e portarla fin sulla rupe di Pitigliano dove, ammaliati dalla bellezza del posto, vi rimasero e fondarono la città.

L'origine di Pitigliano è comunque più antica, molto probabilmente antecedente alla civiltà Etrusca stessa.

Categoria: