allarme roghi

Grosseto, in fiamme la Maremma: "Sono stupidi terroristi"

Ieri roghi in tutta la regione, le aree più colpite il Grossetano a Capalbio e a Marina di Grosseto, e l'area tra Pistoia e Prato, nella zona di Montale, i roghi hanno impegnato un pò ovunque i vigili del fuoco e le squadre antincendio della Regione Toscana, con il lago di Bilancino che ha fatto da 'serbatoio' per il rifornimento dei Canadair: stop circolazione treni interrotta Aurelia

Grosseto. A fuoco Marina di Grosseto, distrutte auto, case lambite dalle fiamme, pineta bruciata ieri in una Domenica da inferno.
Evacuati gli abitanti di Marina ed ospitati alla Fattoria la Principina. L'incendio è divampato in via dei Platani bruciando 26 auto, c'è stato bisogno dell'intervento anche di due ruspe per bonificare la zona e abbattere le piante pericolanti.
Sul posto il sindaco Vivarelli Colonna, il vicesindaco Agresti, gli assessori Turbanti e Rossi, il consigliere Ceccherini ed il comandante della Polizia municipale Carullo. La via di fuga in via dei Platani, recentemente realizzata dal Comune, ha reso più veloce ed efficace l’intervento dei Vigili del fuoco. Al momento si contano due ustionati lievi e un intossicato. Il sindaco di Grosseto ipotizza l'origine dolosa del rogo di Marina di Grosseto: "Sono stupidi terroristi, serve l'aiuto di Esercito e Aviazione".
Ieri tantissimi roghi in tutta la regione. Le aree più colpite il Grossetano, soprattutto a Capalbio e a Marina di Grosseto, e l'area tra Pistoia e Prato, nella zona di Montale: i roghi hanno impegnato un pò ovunque i vigili del fuoco e le squadre antincendio della Regione Toscana, con il lago di Bilancino che ha fatto da 'serbatoio' per il rifornimento dei Canadair. L'incendio scoppiato ieri nel territorio del comune di Capalbio (Grosseto), nella zona del Padule del Chiarone, al confine col Lazio, ha comportato, in via precauzionale, l'evacuazione di due campeggi, uno a Pescia Romana (Viterbo) e uno a Capalbio. Stop poi alla circolazione dei treni sulla linea Tirrenica e interrotta l'Aurelia. Sul posto, a coadiuvare il lavoro dei vigili del fuoco e volontari, anche due mezzi aerei.
Il sindaco di Capalbio, Luigi Bellumori, ha spiegato che il "forte vento" ha spinto velocemente le fiamme lungo il canale del Chiarone e che poi, "saltata" la ferrovia, hanno attaccato la pineta. E "a creare problemi è stato anche molto il fumo".

Categoria: