clienti insoddisfatti

Signora di Lucca parla con i defunti: arrestata

La donna è stata denunciata da presunte vittime che si erano a lei rivolte per avere consigli e consolazioni, non soddisfatte, chiedono intervento forze dell'ordine

Firenze. La squadra mobile di Firenze ha arrestato su disposizione del gip una donna di 55 anni titolare di un negozio a Lucca. L'accusa sarebbe quella di aver estorto denaro per circa 40mila euro promettendo aiuti in materia di amore e finanze.
La donna è stata denunciata da presunte vittime che si erano a lei rivolte per avere consigli e consolazioni, ma non ritenendosi soddisfatte, sono passate a richiedere l'intervento delle forze dell'ordine.
La signora di Lucca aveva fatto sapere ai suoi clienti di essere in contatto con i defunti, dimostrando essere l'interprete dello spirito guida del suo compagno morto, per gli inquirenti avrebbe così circuito e truffato "numerose persone". Adesso è in carcere per le denunce di alcuni clienti che avrebbero quantificato in più di 40.000 euro i soldi che la donna era riuscita a farsi versare da quanti si rivolgevano a lei, denaro che le sarebbe servito a risolvere problemi finanziari e a pagare le rate del mutuo.
La 55enne, che riceveva nel retrobottega del suo negozio a Lucca, sarebbe in un caso anche riuscita a far credere a una donna che era incinta, malgrado le analisi contrarie e che la presunta gravidanza fosse ben più lunga del periodo di naturale gestazione.

Categoria:

Regione: