traffico droga

Lucca, sgominata banda criminale di sudamericani

Un pregiudicato dominicano, residente da tempo in Toscana, è stato arrestato in flagranza nel corso dell'indagine per la detenzione di mezzo chilo di cocaina e di alcuni chilogrammi di cannabis

Lucca. La cittadina toscana di Lucca centro di smistamento e spaccio di droga in un'operazione che ha coinvolto la Polizia di Genova. Undici gli indagati e sei sudamericani arrestati. A Lucca avveniva la preparazione e lo spaccio al dettaglio della sostanza stupefacente ed era presente la base del gruppo criminale.
Un pregiudicato dominicano, residente da tempo in Toscana, è stato arrestato in flagranza nel corso dell'indagine per la detenzione di mezzo chilo di cocaina e di alcuni chilogrammi di cannabis. Si tratta di Josè Antonio Ramirez, di 35 anni: secondo quanto ricostruito dagli investigatori, aveva il compito di rifornire connazionali dediti allo spaccio a Genova.
L'indagine, chiamata "Brujo Zena", ha permesso di smantellare un traffico di droga tra Genova e Lucca, smascherato dalla Squadra Mobile di Genova e cui ha collaborato anche la polizia penitenziaria.
Indagate complessivamente 11 persone, di cui sei arrestate. Sequestrati 8 kg tra hashish e marijuana e circa 1 kg di cocaina. La Polizia di Genova ha anche interrotto in centro storico un summit di spacciatori, tutti sudamericani, intenti a preparare lo stupefacente per la vendita al dettaglio con l'utilizzo di additivi chimici fortemente pericolosi. Tra gli arrestati il fornitore della droga e l'intermediario: si tratta di Carlos Andrea Maya Herrera, 41 anni, residente a Recco, e Nelson Oscar Ramon Medina, domenicano di 42 anni residente in provincia di Sondrio. L'operazione della polizia si e' svolta tra Genova e Lucca, dove avveniva lo spaccio al dettaglio della droga. E' stato l'arresto a Lucca che ha portato gli agenti sulle tracce di Medina e Herrera.

Categoria:

Regione: