FERRO FORME ENERGIA

Cecina, le opere di Paul Wiedmer in esposizione

Presso la Fondazione Culturale Hermann Geiger, sono esposte fino al 28 maggio 26 creazioni dell'artista svizzero, realizzate con rottami di metallo, dal 1974 al 1976

Cecina (Livorno). Fino al 28 maggio è possibile visitare la mostra "Paul Wiedmer. Ferro. Forme. Energia", presso la Fondazione Culturale Hermann Geiger a Cecina (Piazza Guerrazzi, 32).
Sono esposti 26 lavori che costituiscono la raccolta Objets Boudlés, realizzati dall'artista svizzero nel periodo tra il 1974 ed il 1976, con rottami di metallo, scoperti e riportati alla luce nei cantoni della Svizzera avvalendosi di un metal detector ed assemblati in base al luogo di provenienza.
Paul Wiedmer è stato assistente di Bernhard Luginbuhl, Jean Tinguely e Niki de Sant Phalle, con i quali ha collaborato alla creazione di molte grandi opere, tra cui il Golem a Gerusalemme, il Cyclop a Milly-la-Toret, il Crocrodrome a Parigi ed il Giardino dei Tarocchi a Capalbio. Nello stesso periodo sviluppa il suo stile personale che lo porta a creare le sue opere con il ferro ed il fuoco. Da quel momento il ferro resta il suo mezzo espressivo, va alla ricerca degli scarti della produzione industriale da rigenerare con il fuoco, "la vita nella materia morta" come la descrive Wiedmer.
La mostra è ad ingresso libero ed è aperta tutti i giorni, dalle 16,00 alle 20,00.

Categoria: